Perché Internet

In questa sezione raccogliamo materiali scritti prima del 2008, in buona parte ancora validi, in altri illuminanti come "previsioni", in altri casi ormai superati dal rapidissimo evolversi della tecnologia.

Buona lettura!

Il futuro del Web

In futuro non ci sarà più il Web, perché si arriverà alla fusione di tutti quei mondi digitali che ora sono separati (Web, televisione, stereo, radio, telefonino), e questa rete digitale strariperà nel quotidiano, perché gli oggetti intorno a noi saranno sempre più inglobati dentro questa grande rete. Lavatrici, edifici, strade, l'intero ambiente sarà pervaso, e lo stesso spazio "fisico" che ci circonda interagirà con il mondo digitale e virtuale.

Massimo Marchiori (lo studioso italiano che ha contribuito maggiormente allo sviluppo del World Wide Web, ha inventato l'algoritmo di Google, è ricercatore al MIT di Boston e all'Università di Venezia, e membro attivo del W3C), su "Linux Journal", settembre 2005.

Internet è un mezzo di comunicazione che sta diventando sempre più potente e multifunzionale: chi possiede un sito efficiente ha la possibilità di dare e ricevere informazioni 7 giorni alla settimana, 24 ore su 24, dialogare con i propri clienti (acquisiti e potenziali), fornire servizi, ampliare il raggio d'azione e i confini geografici della propria comunicazione e del proprio mercato di riferimento.

A fronte di tutte queste possibilità, i costi di realizzazione di un sito sono relativamente contenuti, soprattutto rispetto ai mezzi tradizionali, come per esempio un catalogo, che ha alti costi di produzione, non è più modificabile una volta stampato e va distribuito fisicamente.

Date queste premesse è facile comprendere come la realizzazione di un sito stia diventando un'azione sempre più strategica non solo per le grandi aziende, ma anche per piccole imprese e liberi professionisti, a patto che si tratti di uno strumento di comunicazione efficace, realizzato ad hoc e la cui progettazione parte proprio dalle esigenze specifiche del committente.